» iscriviti alla newsletter
Istituzione
Consiglio e Consiglieri
Giunta e Assessori
Statuto
Regolamenti
Orari
Pubblicazioni
Come raggiungerci
Introduzione
Ambiente
Cenni Storici
Arte e Cultura
Economia
Alberghi
Agriturismi
Bed & Breakfast
 » Newsletter
 » Contatti
 home page » sentieri » comune di Follina » descrizione sentiero
1028 Sentiero Claudia Augusta Altinate
Si risale per vecchi depositi fino a q. 426; il sentiero è percorribile in macchina, ma è preferibile seguire una carrareccia che porta in loc. Peroz. La si percorre fino ad una strada bianca, poi si riprende la mulattiera fino ad arrivare ad un piazzale da dove inizia il sentiero. Lasciati i coltivi in loc. Cal Maor e percorsa la Val di Banche s'arriva sotto le pareti strapiombanti di Croda Rossa, che si percorrono sotto con sentiero in salita. Superando a nord il fondo di una valletta a V ed arrivati al capitello di S. Carlo Borromeo si prosegue su una mulattiera più larga fino alla Villa Toti dal Monte. Dopo un'area turistico-ricreativa si scorge a destra il ristorante "Ai Faggi", da dove ha inizio il sentiero che porta a Col de Moi. Da qui si possono vedere la chiesetta di S. Gottardo, ora S. Fermo e S. Rustico, e la vecchia osteria di Praderadego.

Paesaggio Naturale: Da Valmareno fino al piazzale dove si abbandona la strada bianca s'incontrano nuclei di castagneti da frutto, carpino nero, genzianella di Koch e Cneoro (Fior de S. Daniel). Più in alto faggio e abete rosso con sottobosco di ciclamino e fior di stecco. A Praderadego sono presenti il croco, il narciso ed il botton d'oro. Tra la fauna: gallo forcello, coturnice, ghiro, volpe, capriolo, scoiattolo e poiana. Suggestivi monoliti che formano paesaggi simili a quelli delle "città di roccia": uno di questi è il "Caregon del Diaul" in loc. Croca Rossa. La leggenda vuole che lì sedesse il diavolo in attesa di qualche anima del purgatorio.

Approfondimenti: L'itinerario segue quella che gli storici considerano la strada militare romana Claudia Augusta Altinate; partendo da Altino (VE), passava per Follina, Praderadego e il castello di Zumelle arrivando a Cesio. Il percorso commerciale avrebbe deviato da Soligo, Vidor, Fener, Seren e Feltre. Sul versante opposto della valle sono stati individuati un insediamento tardo romano-altomedievale, la torre di S. Gallo e la tomba romana a Case Volpera con tracce di monete dell'imperatore Commodo ed il basamento del castello di Zumelle di età tardo romana.

Tappe del percorso: Valmareno q. 249 - Val Corin - Val di anche - Croda Rossa - Passo di Praderadego - San Carlo - Villa Toti q. 885 - Osteria di Praderadego q. 910

 DATI TECNICI
tipologia: Percorso ideale per passeggiate a piedi
lunghezza: 6,5 Km
dislivello: 663 m.
tempo medio di percorrenza: 3 ore
difficoltà: Media

periodo: Tutto l'anno
abbigliamento: Tenuta comoda e sportiva, scarpe da trekking, cannocchiale
La Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane ha realizzato la "Guida alle Escursioni"... clicca qui
 
necessita plug-in flash5
naviga alla scoperta del nostro territorio (risoluzione video consigliata maggiore o uguale a 1024x768 px)
Delibere
Gare e Appalti
Bandi Pubblici e Concorsi
Contributi
ZPS IT3240024 Piano di Gestione
Operazione Trasparenza
Altro
Musei, specialità...scopri con un click tutto quello che i nostri comuni hanno da offrire
Aree Attrezzate
Sentieri
Itinerari turistici
Il Cansiglio
Archivio News
Numeri Utili
Collaborazioni
Links Utili
Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane - Codice Fiscale: 84001520265 | © 2002 - 2017 by StranoWeb.com