» iscriviti alla newsletter
Istituzione
Consiglio e Consiglieri
Giunta e Assessori
Statuto
Regolamenti
Orari
Pubblicazioni
Come raggiungerci
Introduzione
Ambiente
Cenni Storici
Arte e Cultura
Economia
Alberghi
Agriturismi
Bed & Breakfast
 » Newsletter
 » Contatti
 home page » sentieri » comune di Cison di Valmarino » descrizione sentiero
1031 Fontana da Bafa - Casere Montevecchio
Il percorso parte da Fontana Da Bafa ad 1 km da Tovena, sulla strada che porta al Passo S. Boldo. La partenza è segnata con cartelli installati dal Gruppo Alpini di Tovena. Il sentiero si snoda arrivando alle Casere Montevecchio, dove va a congiungersi col sentiero n. 990. Nei pressi di un acquedotto sul torrente Gravon, al bivio si gira a destra. A q. 350 si ha la veduta di una chiesetta e del primi tornanti per il Passo S. Boldo. Si continua fino ad un incrocio e da qui si segue la pista silvo-pastorale, per girare a sinistra e raggiungere una sorgente dove è posta un'area di sosta. Superato un rustico a q. 510 s'abbandona la strada per prendere un sentiero nel bosco. Si continua fino ad un'area con teleferiche, si oltrepassa un bivacco in pietra giungendo all'incontro col percorso 990 diretto alla loc. Posa nel comune di Revine Lago.

Paesaggio Naturale: Nei dintorni di Fontana da Bafa la vegetazione è composta da carpino nero, robinia, pioppo tremolo, corniolo, viburno e maggiociondolo; salendo di quota fanno la loro comparsa pino nero, roverella, castagno, ciclamino, fior di stecco, faggio, abete rosso, ginepro comune, rosa canina, e pero corvino. Caratteristiche comuni a queste ultime tre specie sono la frugalità e la capacità di ricoprire spontaneamente pendici aride e scoscese.

Approfondimenti: Il sentiero, fino agli anni sessanta, veniva usato dagli abitanti del luogo poiché costituiva la via più breve per raggiungere le malghe dove portavano al pascolo estivo il bestiame. Le casere erano inoltre luogo di ricovero per attrezzi che servivano a portare a valle il foraggio d'estate e la legna in autunno. Il nome del valico S. Boldo è stato spesso confuso con quello di S. Ubaldo. Sul passo esisteva un capitello dedicato a S. Ippolito; l'abbreviazione del nome latino era Poltus, poi passato in Boldus. Qualcuno pensò che l'immagine riprodotta della chiesa del 1700, restaurata recentemente, fosse quella di S. Ubaldo; altri dicevano che si trattava di S. Ippolito (Boldo).

Tappe del percorso: Fontana da Bafa q. 296 - Casere Lal - Casere Montevecchio q 898

 DATI TECNICI
tipologia: Percorso ideale per passeggiate a piedi
lunghezza: 4,8 Km
dislivello: 601 m.
tempo medio di percorrenza: 2 ore
difficoltà: Media

periodo: Tutto l'anno
abbigliamento: Tenuta comoda e sportiva, scarpe da trekking
La Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane ha realizzato la "Guida alle Escursioni"... clicca qui
 
necessita plug-in flash5
naviga alla scoperta del nostro territorio (risoluzione video consigliata maggiore o uguale a 1024x768 px)
Delibere
Gare e Appalti
Bandi Pubblici e Concorsi
Contributi
ZPS IT3240024 Piano di Gestione
Operazione Trasparenza
Altro
Musei, specialità...scopri con un click tutto quello che i nostri comuni hanno da offrire
Aree Attrezzate
Sentieri
Itinerari turistici
Il Cansiglio
Archivio News
Numeri Utili
Collaborazioni
Links Utili
Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane - Codice Fiscale: 84001520265 | © 2002 - 2017 by StranoWeb.com